| i luoghi, le vite

L’Asilo

Sulla sua pagina di Facebook, Franco Spitoni, appassionato e infaticabile collezionista, ha pubblicato questa rarissima e bellissima foto.  Se la datazione che viene indicata (1905) è corretta, si tratta allora della scolaresca dell’anno di inaugurazione dell’Opera Pia Asilo Infantile di Esanatoglia che poco dopo prese il nome di “Asilo Principe di Piemonte”, in onore di Umberto II appena nato e già infasciato di quel titolo.

 

Era il novembre del 1904 e il nostro Asilo iniziò ospitando in quel suo primo anno di vita una cinquantina di bambini tra i 3 e i 5 anni, tutti con l’obbligo della sana costituzione e della vaccinazione, il tutto attestato dal Dott. Ettore Giovagnoli.    Sotto l’egida della Congregazione di Carità, il servizio era gratuito per gli “indigenti”, mentre per chi tale non era la retta mensile era stabilita in una lira e mezza o tre lire, in base alle condizioni familiari, da versare rigorosamente anticipate.

Nell’elenco degli iscritti, forse qualcuno potrà ritrovare il nome di qualche suo avo e cercare così, tra quei bambini della foto un po’ ingessati nei “tsinalinie con le scarpe chiodate “de vollette”, di individuare qualche tratto somatico in cui riconoscersi, la traccia di un sorriso, di una smorfia, uno sguardo che sopravvive ancora.

Questo l’elenco (nella foto non ci sono tutti):

cognomenomeetàgenitori
AntonelliLucia1901BrunoeGiordani Caterina
BarbarossaAdele1899AntonioePocognoli Erminia
BarbarossaGino1900CataldoeLacchè Vittoria
BenedettiArturo1901FadericoeCambriani Tommasa
BottaccioRomano1900AntonioePedica Giovanna
BrunettiIginio1900VincenzoeTempestini Caterina
BuldriniAntonia1900FrancescoeLacchè Maria
GaggiottiniAugusto1900Raffaele
CalistiDelio1899CalistoeCambriani Sestilia
CalistiMaria1901CalistoeCambriani Sestilia
ChiappaDema1901Giacomo
CingolaniFabiano1901GiovannieAntonelli Caterina
CillaErsilia1901LuigieDipiero Giuseppe
DragoniGenovina1900MarianoeCalisti Francesca
EbuliGiuseppa1900GaudenzioePelucchini Oliva
FalzettiTorquato1900AntonioeGrossi Santa
GagliardiBernardino1900AntonioeOnesta Filomena
GiordaniTomasso1901Domenico
GiordaniRoma1900PacificoeTodi Maria
GiordaniItalo1900Giambattista
LacchèMaria1899GiuseppeeBarbarossa Anna
LacchèLuigia1899AngeloeCalisti Maria
LacchèAnnita1900CelesteeGubbinelli Giuseppa
LeoniAntonio1900GervasioeSpurio Dolciotti Rosa
LiberatiEnrico1901FrancescoePandolfi Apollonia
LorenzettiCelestina1900GiambattistaeProcaccini Filomena
MarinelliVenanza1900AntonioeTozzi Amalia
MenghiniIda1901GiuseppeeProcaccini Anna
MicheliRuben1900NicolaeCavalli Artemisia
OnestaGiambattista1901AntonioeGrifoni Raffaela
PaciniNazzareno1900EnricoeArcangeli Giulia
PanichelliMariano1899MauroeLeoni Agnese
PedicaAlessandro1901FrancescoeGirolamini Maria
PedicaFilomena1899FrancescoeDragoni Celeste
PelucchiniCaterina1899NazzarenoeAntonelli Caterina
PugnottiDelfina1900TobiaePecci Matilde
ProcacciniElia1900AdamoeBuldrini Agata
RiganelliAntonia1901LuigiePadelletti Maria
RenaldiCorrado1900AlessioeLaner Maria
RosiniFelice1900CarloeGagliardi Teresa
StoraniEugenia1900GiuseppeeTuraccioli Girolama
TofaniMaddalena1900SanteeCambriani Barbara
TozziAngela1901SebastianoeCilla Serafina
Tritarelli BuscalferriIrene1900FrancescoeBuscalferri Teresa
TritarelliCleto1901GiuseppeeTesei Teresa
TritarelliDomenico1900FrancescoeBartocci Maria
ZampariniEnrico1901OttavianoeGagliardi Francesca
ZampiniMaria1901GiuseppeeMarinelli Angela
PedicaGina1900Angelo eBottaccio Angela
PedicaSilvia1900Angelo eBottaccio Angela
FelicioliGiuseppe1900AntonioeOnesta Anna
BottaccioGiambattista1901DomenicoeLucarini Rosa

2 Replies to “L’Asilo”

  1. Lucia M. Tanas ha detto:

    Interessante quel nome “Ruben” ! Sarebbe ancora più interessante saperne il perché! Non c’è un Pocognoli…loro stavano tutti sulla Quagna, impossibile, ed impensabile, che i piccoli potessero frequentare l’asilo in paese! E, poi, quel doppio cognome, Tritarelli Buscalferri…La “nobiltà” della mamma aggiunta al cognome del padre, perché non si disperdesse con le generazioni!

  2. PinoBart ha detto:

    Ruben nome biblico. Il “Libro dei libri” ha sempre costituito una inesauribile riserva di nomi per coloro che preferivano l’inconsueto, la stravaganza. I Micheli evidentemente erano tra questi: ebbero ad esempio anche Ismaele che a sua volta, però da ispirazione operistica, ebbe Amneris…
    All’asilo raramente venivano li contadini, per motivi logistici e culturali. C’era sì la distanza e i problemi ad essa collegati, ma anche una estraneità al modello stesso di affido di un infante a una struttura extra familiare. Anche ai miei tempi si scoprivano i coetanei della campagna solo in prima elementare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.